FAQ Normativa Inclusione
Torna
Stampa

Alternanza indispensabile anche per chi segue l’istruzione domiciliare?

Hj3

Mio figlio frequenta il quarto anno del liceo linguistico. Ha 104 art 3 comma 3. Usufruisce di istruzione domiciliare con obiettivi minimi. Mi è stato detto che senza i crediti derivanti dall’alternanza scuola lavoro non potrà essere ammesso all’esame di stato e la cosa mi preoccupa moltissimo. E’ vero? Ho letto nei post del gruppo che l’alternanza scuola lavoro può essere personalizzata per quanto riguarda le ore ma, se fosse necessario, può essere esentato dal farla avendo invalidità civile con inabilità totale e permanente al lavoro?

L’alternanza scuola lavoro può essere organizzata in tanti modi e in caso di disabilità di sicuro tiene conto della situazione dello studente. Nessuna norma prevede l’esonero e per non rischiare di scontrarsi poi con delle rigidità di interpretazione, conviene organizzare qualcosa, anche di completamente alternativo, da fare in casa (esiste del resto il telelavoro) o in modo simulato. Indicazioni del genere sono date anche nelle Linee Guida allegate al nuovo modello di PEI.

È un punto che va definito attenzione nel PEI, in base all’art. 7 c. 2 lettera e del DL 66/17, che copio quo sotto. Come si vede anche questo secreto dice che va “assicurata” la partecipazione, mentre si può liberamente decidere come farlo.

DL 66/71 art. 7 c. 2 e) [il PEI] definisce gli strumenti per l’effettivo svolgimento dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, assicurando la partecipazione dei soggetti coinvolti nel progetto di inclusione;

Successivo Anche nell’alternanza scuola lavoro dovrebbe avere un educatore vicino?

FAQ – ACCESSO RAPIDO PER ARGOMENTI

Table of Contents