FAQ Normativa Inclusione

Tags

Torna
Print

Ci possono essere alunni con BES ai corsi serali?

Ac4

Presso un corso serale IPSSASR di un Istituto Omnicomprensivo, in classe quinta, è iscritta e frequenta regolarmente una studentessa ipovedente adulta, di circa 40 anni, che, in maniera del tutto informale, ha consegnato al coordinatore di classe copia di una certificazione medica rilasciata dall’Azienda Sanitaria Provinciale al 1985 dal quale si evince un residuo visivo ad entrambi gli occhi di 1/60.
Come si deve regolare il consiglio di classe visto che la normativa sui BES sembrerebbe non riguardare gli adulti? Il consiglio di classe è tenuto a stilare un PDP? Come predisporre l’Esame di Stato?

Non è scritto da nessuna parte che la normativa BES non si possa applicare agli adulti. Sempre con buon senso, ovviamente.
Con 1/60 di vista si rientra nella categoria dei ciechi parziali, non solo degli ipovedenti (vedi L. 138/2001) ed è evidente pertanto che questa persona va adeguatamente tutelata.
La denominazione “Istituto Omnicomprensivo” fa supporre che si tratti di una scuola paritaria che probabilmente non ha assegnato l’insegnante di sostegno. Anche in questo caso è bene ricordare che nessuna norma impedisce di assegnare sostegno nelle scuole serali e che le norme sull’integrazione degli studenti con disabilità valgono anche alle serali e alle paritarie.
In vista dell’Esame di Stato conviene almeno ufficializzare la sua posizione con un PDP. In questo modo la scuola potrà chiedere al ministero l’invio di prove ingrandite, se ritenute utili, ma anche disporre di tempi maggiori e usare tutti gli strumenti compensativi, a cominciare da quelli informatici, ritenuti necessari.
L’uso delle tecnologie e i tempi aggiuntivi sono previsti dalla L.104/92 per tutti gli esami, compresi quelli di concorso e abilitazione, e di sicuro valgono anche per lei, anche se non ha una certificazione scolastica di disabilità, ma un PDP può offrire qualche tutela in più considerando che il concetto di “strumenti compensativi” è assai più ampio e va oltre le semplici tecnologie.

Precedente Agli alunni con BES si applica o no la L. 170?
Successivo Diagnosi di ADHD redatte da un privato.