FAQ Normativa Inclusione
Torna
Stampa

* Di “norma” 22 alunni: che vuol dire?

Bc4

Nella costituzione di una nuova classe di “norma” non si possono inserire più di 22 alunni.
Quel di “norma” cosa vuol dire? 
Nelle classi successive con 22 alunni di cui due certificati è corretto in base alla norma continuare ad inserire alunni?

Precisiamo intanto che la legge parla di 20 alunni di norma, non 22 (DPR 81/2009 art. 5 c.2). 
Il limite è riferito solo alle classi iniziali e l’espressione “di norma” indica che può esserci una tolleranza (intesa comunemente nel 10%, ed ecco quindi il limite di fatto di 22) ma anche che possono esserci situazioni particolari che vanno comunque salvaguardate garantendo l’iscrizione a tutti. Soprattutto nelle piccole scuole a volte sdoppiare le classi è impossibile per mancanza di numeri. Se ad esempio ci sono 24 alunni in tutto, non è possibile formare due classi da dodici perché il numero minimo è 15.
La norma non pone limiti nelle classi successive; serve flessibilità e buon senso per garantire sia la qualità dell’inclusione degli alunni con disabilità che il diritto all’istruzione per tutti, perché in ogni caso “tutti” hanno il diritto di andare a scuola.

Successivo C’è una legge che fissa il numero massimo di alunni con disabilità per classe?

FAQ – ACCESSO RAPIDO PER ARGOMENTI

Table of Contents