FAQ Normativa Inclusione

Tags

Torna
Print

Le scuole paritarie possono chiedere una retta aggiuntiva per il sostegno?

Gm3

È corretto che le scuole paritarie chiedano una retta aggiuntiva per gli alunni con disabilità che hanno bisogno dell’insegnante di sostegno?

In una scuola privata, anche se paritaria, i rapporti economici sono regolati dalla libera contrattazione tra scuola e famiglie. La scuola propone una retta e se una famiglia la accetta diventa vincolante per entrambi.

Vale anche per eventuali costi per il sostegno che devono rientrare in questo accordo perché vanno considerati come interventi ordinari e strutturali e non come attività integrative che possono prevedere costi aggiuntivi, da corrispondere a parte. Per una scuola paritaria infatti fornire il sostegno è obbligatorio (L. 62/2000 art. 1 c,. 4/e), non è un servizio supplementare, a domanda, da erogare solo su richiesta dalla famiglia.

Da ricordare che la scuola paritaria può fruire di contributi di vario tipo, di solito parziali ma che nel caso di scuola primaria, con le convenzioni di parifica, possono arrivare al 100% dei costi.

Precedente Diritto al sostegno nelle scuole paritarie.-
Successivo Una scuola paritaria può non accogliere alunni con disabilità grave?