FAQ Normativa Inclusione

Tags

Torna
Print

Un alunno con BES può avere una valutazione insufficiente?

Ia1

Un alunno con BES può avere una valutazione insufficiente?

Tutti gli alunni, BES o non BES, compresi disabili e DSA, possono avere valutazioni insufficienti. In caso contrario significherebbe che per loro la valutazione degli apprendimenti è sostanzialmente fittizia, e quindi scorretta oltre che inutile. E questo sarebbe un grosso torto che si fa loro, non certo un’agevolazione.

Si riportano queste righe della nota MIUR del 22/11/2013:

«È opportuno ribadire che, in ogni caso, tutte queste iniziative hanno lo scopo di offrire maggiori opportunità formative attraverso la flessibilità dei percorsi, non certo di abbassare i livelli di apprendimento. Il Piano Didattico Personalizzato va quindi inteso come uno strumento in più per curvare la metodologia alle esigenze dell’alunno, o meglio alla sua persona, rimettendo alla esclusiva discrezionalità dei docenti la decisione in ordine alle scelte didattiche, ai percorsi da seguire ed alle modalità di valutazione.»

Se l’alunno individuato come BES non ha raggiunto gli obiettivi previsti si riflette innanzitutto sull’efficacia delle azioni intraprese e si interviene per correggerle, migliorarle o potenziarle. Si deve “curvare” la metodologia, dice la nota MIUR, ma non abbassare gli obiettivi.

Nel caso concreto è la scuola che decide autonomamente cosa fare, puntando però al vero successo formativo, non ad una formale sufficienza.

Precedente Sulla definizione degli obiettivi minimi.
Successivo Valutare un alunno gravissimo alle superiori