FAQ Normativa Inclusione

Tags

Torna
Print

Può scrivere il tema con il supporto dell’insegnante di sostegno?

Ig1

Un candidato con programma differenziato può utilizzare le tracce di italiano per fare un tema (anche pensieri), fortemente aiutato dall’insegnante di sostegno?

Le prove d’esame degli alunni con disabilità sono definite dalla commissione in base alla documentazione fornita dal CdC e in linea con il PEI e le modalità di valutazione in esso previste (DL 62/17 art. 20 c. 2). Se si dà per assodato che le prove non saranno equipollenti, non c’è nessun limite alla loro personalizzazione.

In questi casi un modo possibile di sostenere le prove è quello che si basa su un’autonomia parziale e prevede quindi la possibilità che lo studente venga sostenuto in vario modo in alcune fasi della produzione, mentre in altre sarà in grado di procedere da solo. È del resto una modalità operativa molto utilizzata nei confronti di persone con disabilità, in contesti di inserimento lavorativo ad esempio, quando l’autonomia assoluta non è ipotizzabile. Ricordo che anche l’attestato dei crediti formativi va redatto applicando considerazioni di questo tipo: «ha dimostrato di possedere, in relazione al percorso degli studi seguito, le seguenti conoscenze, competenze e capacità …. se…. » Si veda al riguardo la CM 125 del 2001.

Suggerisco però possibilmente di specificare prima il tipo di aiuto che verrà fornito (ad es. lettura guidata e spiegazione delle consegne, supporto nella redazione di una possibile scaletta espositiva ecc.) evitando quelli troppo generici e incondizionati che rischierebbero di far perdere senso e dignità alla sua prova d’esame.

Precedente Il docente di sostegno partecipa anche alla fase della valutazione?
Successivo Si possono di organizzare le prove separatamente rispetto alla classe?