FAQ Normativa Inclusione

Tags

Torna
Print

Un alunno con autismo fa fatica a prendere appunti. Come intervenire?

Hf6

Scrivo per chiedere quali strategie si potrebbero proporre alla scuola per mio figlio, autistico ad alto funzionamento con disprassia, che non riesce a prendere appunti. Ho pensato a chiedere le fotocopie dei compagni, ma bisogna fare attenzione a non imporsi in maniera disturbante verso il compagno disponibile. Poi ho letto che qualcuno si fa dare una scheda appositamente preparata dall’insegnante (dovrebbe però essere anche da parte di quella di ruolo, dato che per 14 ore mio figlio ha un collaboratore OSS). La terza via che mi era venuta in mente era la presenza di un piccolo registratore lasciato sul banco o sulla cattedra, stile università… Lei cosa direbbe? 

Certamente può chiedere che la scuola si organizzi per superare il problema e rendere il ragazzo autonomo anche nel prendere appunti.

Le strategie possono essere di tipo organizzativo, educativo e compensativo. 
Organizzativo: la scuola interviene affinché gli appunti per il singolo studente non siano più indispensabili e fornisce quindi materiale di studio adeguato, e strutturato, già pronto. A tutti o solo a chi è in difficoltà.
Educativo: se un ragazzo, per vari motivi, non sa prendere appunti, la scuola glielo insegna.
Compensativo: individuare sistemi alternativi per prendere appunti e tra questi c’è di sicuro anche il registratore che ha il vantaggio di bypassare le difficoltà operative più comuni di questi ragazzi: scrivere velocemente ed efficacemente mentre il professore spiega e, successivamente, leggere e comprendere appunti scritti male o disorganizzati.

Con il registratore non occorre scrivere né leggere ma ha però un grave limite: è difficile recuperare la registrazione che interessa e, soprattutto, un punto specifico del discorso. Se si registra un’ora di lezione, poi serve un’ora per l’ascolto, e non è facile trovarla.
Una soluzione interessante è la Smart Pen, una penna-registratore con la quale è facile memorizzare, con poche parole chiave, l’argomento di uno specifico momento della lezione, facilmente recuperabile in seguito.
In realtà quasi sempre vanno proposte tutte e tre le strategie contemporaneamente perché è molto difficile isolarle una dall’altra. Necessariamente vanno inserite nel PEI, in un progetto organico complessivo.

Precedente Serve un banco apposito e libri di testo adattati